Crea in me un cuore Puro
Crea in me un cuore Puro

Invocare questo salmo è importante per prepararci alla festa di Santa Rosa de Lima, ci aiuterà a guardare nel profondo il cuore umano specialmente nei momenti di dolore e speranza e ci farà riflettere sul cammino che attraversano il popolo Peruano e i nostri fratelli Sud Americani. La bramosia di un cuore puro, sincero, accettabile a Dio, era già molto sentita nel popolo di Israele, in una misura che prendeva coscenza dalla preesistenza del male e del peccatto nel suo seno. Rimane solo che confidare in Dio come Rosa de Lima che visse un’epoca di schiavitù e ingiustizia coloniale. Lei è un’indicazione per confidare nella misericordia di Dio al fine di cambiare da dentro, Dio non vuole la morte di nessuno, bensì la nostra conversione e vita (Ez.33, 11), un cuore puro, un cuore nuovo, un Peruano nuovo, un Sud Americano nuovo all’altezza di questa giovane grande donna: Rosa de Lima, in Lei Dio ci dice: “Un cuore umiliato e perturbato tu mai lo disprezzerai”.

La storia del Perù come quella di Israele e di tutti i nostri popoli è narrata da grandi prodezze e battaglie, però al momento di affrontare il nostro destino, la salvezza, che con le sole nostre forze è impossibile, Rosa ci dice di porre le nostre speranze in Dio perchè solo Lui può creare UN CUORE NUOVO, non insensibile e vano. Santa Rosa fece questo gesto che realizzò Maria la Madre di Cristo prima di accorgersi della mancanza di vino alle nozze di Cana in Galilea, indicò chiaramente agli inservienti che la via da seguire era suo figlio: “fate ciò che vi dice” (Gv.2,5). Anche oggi da questo frutteto del Perù santa Rosa lo dice ai peruani, al continente Americano al mondo e vuole lasciarci la costanza che solo Cristo ci può dare un cuore puro perchè qui vuole abitare come principe della pace.
 

Rosa de Lima ci grida questo giorno del 2016: Il potere del bene, il potere dell’amore sta nell’ascoltare Dio, lasciandoci interpellare dalla sua parola ogni giorno, meditarla nel cuore prendendo ad esempio (Lc.2,51) facendo questo gesto potremmo ascoltare come Lei quel giorno della sua chiamata: “Rosa del mio cuore sii mia sposa”. Così crescerà l’amicizia con Dio, così sapremo unire questi due amori a Dio e al fratello, così sapremo scoprire ciò che lui spera da noi e riceveremo il respiro per farlo conoscere agli altri, così potremo affermare che i santi sono eroi che si consegnano in tutto alla causa di Cristo. Felice giorno ai malati e a tutti coloro che la tengono come patrona.